Marmo rosso verona o Pietra di prun?

Per molte persone quando si parla di Marmo Rosso Verona o di Pietra della Lessinia, o Pietra di Prun, si parla della stessa cosa. In realtà non è così.
Entrambe sono pietre conosciute ed apprezzate fin dall’antichità, utilizzate soprattutto nel territorio di Verona, ma anche in altre città d’Italia e d’Europa, in palazzi tanto importanti quanto prestigiosi come sulla facciata del Palazzo Ducale e nella Basilica di San Marco a Venezia. Il marmo e la pietra venivano infatti trasportate fino alla riva dell’Adige, dove una volta caricato su delle imbarcazioni apposite, poteva tranquillamente raggiungere moltissime località fino alla foce, per poi prendere anche il largo e attraccare in altri porti lontani.

Il Marmo Rosso Verona, come dice il nome stesso ha una colorazione rossa, spesso molto accesa ed è ricco di fossili: essendo un marmo il basso indice di rifrazione della calcite che lo compone, permette alla luce di penetrare appena sotto la superficie, dando l’impressione che la pietra abbia una speciale luminosità. Per questo il Marmo Rosso Verona è sempre stato apprezzato nel mondo della scultura e dell’arredo sacro.

La Pietra di Prun, la cui migliore varietà si cava qualche chilometro più a nord della Valpolicella, sul Monte Loffa come abbiamo raccontato in un altro articolo, ha una struttura simile, una grande ricchezza di fossili e anche il colore tende al rosso. A differenza del Marmo Rosso Verona, la Pietra della Lessinia ha una gamma cromatica più ampia che va dal rosso al bianco, passando per variazioni di rosa intermedie. Si trovano ben 72 differenti strati di questa pietra, ognuno con il suo nome che spesso ne indica il sui utilizzo ideale come ad esempio il Seciàr (secchiaio in dialetto veronese) utilizzato maggiormente per la produzione di secchiai e lavandini in pietra.

Non trattandosi di un marmo vero e proprio e quindi non essendo quasi mai lavorato al lucido, la sua matericità è molto apprezzata in architettura e nell’arredo di design, in quanto è capace di unire il sapore di un elemento naturale e selvatico a sfumature cromatiche delicate e ricercate.

Noi di Benedetti Pietre siamo specializzati nell’estrazione e lavorazione della Pietra della Lessinia, o Pietra di Prun, per affiancare architetti, progettisti, ingegneri, aziende e privati nella realizzazione dei loro progetti.